Crema in faccia al ministro Mandelson

Pubblicato il da Jena



Leila Deen, un’attivista militante del gruppo Plane Stupid, ha lanciato della crema verde in faccia al ministro inglese per le Attività produttive Peter Mandelson, oggetto di una protesta contro l’ampliamento dell’aeroporto londinese di Heathrow, per il quale è prevista la creazione della terza pista di atterraggio.
Il governo inglese ha approvato il progetto nonostante la forte opposizione di ambientalisti, abitanti della zona e di molti deputati.

Leila Deen ha atteso il ministro all’ingresso di un teatro dove stava per iniziare un convegno di economia a basse emissioni inquinanti. Ha definito la sua azione di protesta “un’ultima carta” dopo che la via democratica per impedire l’ampliamento dell’aeroporto ha fallito. “Il ministro Mandelson - ha aggiunto la Deen - non è un politico eletto per schierarsi con gli interessi del mondo degli affari, ma con gli interessi della gente“.

La donna è stata bloccata e subito rilasciata, Mandelson ha definito il gesto “una protesta adolescenziale e frettolosa da non spiegarmi nemmeno perché ce l’aveva con me. Per fortuna non era vernice, e come vedete ne sono uscito indenne“.

Nell’Italia dell’eterno applauso una scena così è utopia. Ecco perché noi abbiamo fra i ministri e i deputati mafiosi, corrotti e delinquenti. Perché li meritiamo.

 

Grande Daniele Martinelli. Perffettamente d'accordo con te.

Con tag News

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post