Australia, ottanta balene in pericolo

Pubblicato il da Jena

{B}Australia, ottanta balene in pericolo{/B}
Ancora uno spiaggiamento di massa di balene in Australia, stavolta sulla costa occidentale del continente, 300 km a sud di Perth. Ottanta balene identificate come globocefale a pinna lunga, insieme con alcuni delfini tursiopi si sono arenate la scorsa notte nella Hamelin Bay, presso la foce del Margaret River e sono stati scoperti da surfisti stamattina, dispersi lungo 5-6 km di spiaggia. Molte delle balene morte si erano ferite sugli scogli nel mare in tempesta. Circa 100 soccorritori, fra volontari e ranger, con l'aiuto di veterinari, tentano di stabilizzare e radunare in un singolo branco le 12 balene sopravvissute, e di tenerle nella baia fino a domattina all'alba, quando saranno trasportate in camion alla vicina Flinders Bay, dove dovrebbe essere più facile ricondurle al largo con l'aiuto di motoscafi.

Notizia riportata dal sito larepubblica.it


Colpa del sonar!!!!!

Già, perchè il sonar viene utilizzato solo in questi ultimi mesi o magari l'hanno potenziato talmente tanto che le balene si rincretiniscono e si spiaggiano.  Anzi diciamo pure che le balene, pur di non ascoltare il sonar, preferiscono spiaggiarsi e morire. Durante la seconda guerra mondiale  non ho letto di balene che si spiaggiavano e pure il sonar veniva usato sovente sia dalle navi che aerei.

Certo che i media non le sanno proprio raccontare le balle ma comunque si affidano ai tanti pesci in Italia che abboccano .

Io ribadisco il mio concetto.tra spiaggiamenti e aerei che cadono, l'elettromagnetismo terrestre centra qualcosa. Seguirò avanti queste notizie.

Altro esempio:

Morìa di pellicani in California
sotto accusa gli agenti chimici

I volatili disorientati si schiantano a velocità su strade e abitazioni. Forse una patologia provocata da una sostanza usata come ritardante contro gli incendi


Notizia del 9 gennaio 2009 su la Repubblica

Un esemplare della specie


SEMBRANO aerei pilotati da kamikaze, lanciati in picchiata contro auto e barche contro le quali si schiantano restando uccisi a centinaia. Sta diventando un mistero scientifico il comportamento dei pellicani californiani, per i quali etologi e biologi parlano ormai di vera e propria moria.

Sono sempre più frequenti le segnalazioni sulle anomalie di questi grandi uccelli, che vivono numerosi lungo la costa californiana da San Francisco a San Diego. L'International Bird Rescue Research Center di San Pedro, centro di ricerca sulla fauna avicola, ha parlato di "qualcosa di davvero preoccupante e strano" nel comportamento dei Pelecanus occidentalis. "In questo periodo dell'anno - dicono dal Centro - è normale osservare un aumento nei decessi dei pulcini di pellicano, ma non di adulti. Quel che preoccupa di più è però il modo in cui questi uccelli trovano la morte. La nostra ipotesi è che ci siano problemi di carattere neurologico, perché i pellicani mostrano segni di disorientamento".


Anche questi sono stati rincretiniti dal sonar ????

  • 04/03/08 - Isola di S.Antioco: migliaia di meduse spiaggiate
  • 19/04/2008 - Menfi: meduse spiaggiate
  • 21/05/08 - Senegal: decine di balene spiaggiate
  • 10/06/08 - Cornovaglia: muoiono 21 delfini spiaggiati
  • 29/11/08 - Balene spiaggiate in Australia, il dramma si ripete
  • 02/12/08 - Capoverde: 300 delfini spiaggiati, falliti tentativi salvataggio

Con tag News

Commenta il post