Ormoni nell'acqua minerale in bottiglia

Pubblicato il da Jena



Un team di tossicologi tedeschi, su incarico del Ministero dell'Ambiente, ha dimostrato la presenza di contaminazioni ormonali nelle bibite in bottiglia. In particolare nelle acque minerali nelle comode bottiglie in pet. Estrogeni in concentrazioni simili a quelle delle acque di scarico!



L'acqua minerale è contaminata con ormoni simili a estrogeni e progesterone, gli ormani sessuali femminili. Lo ha dimostrato uno studio di un team di scienziati di Francoforte, commissionato dal Ministero dell'Ambiente tedesco. 

Tra le 20 bottiglie di acqua minerale esaminate ben 12  si sono rilevate così contaminate, che secondo i ricercatori, dal punto di vista della carica ormonale, "sono equiparabili alla qualità delle acque reflue in uscita dai depuratori". La ricerca ha anche dimostrato che la carica ormonale nell'acqua delle bottiglie in PET (in Germania molto meno diffuse che in Italia) è doppia rispetto a quella nelle bottiglie in vetro. Il motivo potrebbe risiedere nella contaminazione di additivi utilizzati per le materie plastiche come gli sbiancanti. 

"Sapevamo che i generi alimentari possono venire contaminati con alcuni ormoni" hanno dichiarato i ricercatori. "Un esempio prominente è il bisfenolo A che fuoriesce dai policarbonati a contatto con alcuni cibi, ma ci siamo accorti che abbiamo a che fare con una molteplicità di componenti chimiche di carica ormonale". Gli studiosi hanno così monitorato il comportamento delle acque non in relazione ad un unica sostanza, ma a tutta "l'attività ormonale".

I tossicologi non sono ancora in grado di rispondere alla domande se la contaminazione di estrogeni possa rappresentare un rischio per la salute, perché ci vorrebbe uno studio specifico sull'assorbimento e la metabolizzazione nel corpo umano. Insomma manca la parte B, che indaghi anche sugli effetti biologici. Gli scienziati, si sa, sono molto rigorosi e prima di fare un affermazione, rispondono con dei numeri precisi. Speriamo che qualcuno finanzi questa ricerca.
Ognuno intanto farà le sue considerazioni preliminari.

Dal sito aamterranuova.it

Con tag News

Commenta il post