Le banche è i bancari

Pubblicato il da Jena



Mia madre mi ha sempre detto che dovevo fare il banchiere e non l'informatico.

L'economia ormai ha ragiunto il baratro e adesso cade..cade...cade.... mentre i politici servono il pranzo ai bancari. Un pranzo condito di sudore,dolore,sofferenze, disagi,mancanze di persone comuni. Numeri, che servono a produrre per poter soddisfare l'appetito di questi carnefici.








Io credo che quasi tutto il globo abbia compreso il problema. Il fatto è che questi worm, rimanendo nel tema dei computer, hanno dalla loro anche il potere di controllo sulla gente, in Italia plebe. Certo che sia in Grecia che in Francia la gente comune ha perlomeno le palle di ribellarsi a questo sistema, ormai scoperto da tutti truffaldino. Anche gli africani non sono così retrogradi come noi Italiani.



Cosa fanno qui in Italia ? ma nulla naturalmente. Chi non ha ancora perso il lavoro se la passa bene grazie all'inflazione, non rendendosi conto che il lavoro potrebbe finire da un momento all'altro. Poi ci sono i capitalisti soliti, vedi i vari fancazzisti televisivi del momento. Calciatori, ragazzini ancora con il pannolone, strapagati dalla plebe Italiana che preferisce una partita di calcio in prima visione su Merdaset premium, che un sano discorso sull'economia con il suo vicino di casa. Politici corrotti, maffiosi, viscidi che mostrano le loro facce di tanto in tanto per accaparrarsi dei voti e così poter vermigiare avanti come solo loro sanno fare.
Non dimentichiamo la magistratura. Terzo potere Italiano pieno di strapagati intellettuali fancazzisti che con i loro stipendi rubati, rinchiudono innocenti per poter accontentare il potere politico corrotto.

Alla fine arrivano gli sfigati, che subiscono tutta questa pressione senza però reagire, perché sotto sotto non ci sono le palle. Leggono l'oroscopo sperando che la fata turchina li risolva il problema. Si aggrappano ai vari Grillo, Travaglio, Santoro della situazione credendo che codeste personalità possano risolvere i problemi che si trascinano da svariate generazioni.

In questo momento, anche se è triste dirlo, l'unica cosa che ci può salvare è una sana guerra.



Io non credo che Dio abbia creato l'uomo. A mio avviso noi siamo uno sbaglio, un'aborto che è stato lasciato in un angolo di un pianeta tra miliardi e miliardi di altri mondi.










E adesso ci vorrebbe un calumè della pace, giusto per non pensare al domani......

Con tag News

Commenta il post

MARCO 06/11/2009 20:25

purtroppo in questo paese siamo comandati ,da uomini che valgono solo per la loro ricchezza di danaro ,nn di intelligenza.e tutto una sociazione a delinquere