Impregilo, l'azienda che vince tutte le gare d'appalto

Pubblicato il da Jena


Nella prima pagina del sito di impregilo c'è scritto:  "Il progresso, la più grande delle nostre opere".

E qui ci vuole un minuto di silenzio.............

Fatto ? fatto! ora prendete un barattolo di colla vinilica che Impregilo vi spiegherà come con essa potrete costruire opere a basso costo e alto impatto ambientale .



Negli anni 1989 e 1990, Fiat Impresit e Cogefar si fusero in Cogefar-Impresit. Successivamente furono incorporate anche le società Girola e Lodigiani; il gruppo cambia nome, diventando Impre-gi-lo S.p.A.

Il Capitale sociale è di Euro 718.364.456,72 con un portafoglio ordini superiore ai 13 miliardi e circa 10.000 dipendenti in utto il mondo. l’azienda vanta inoltre una massiccia presenza sul mercato estero dove realizza circa il 32% del suo fatturato. Quotata in borsa, il maggior azionista è Igli spa con il 30% seguito da FMR LLC con il 5% e Assicurazioni Generali S.p.A con il 3%. Tra i tanti, nella CDA dell'Impreglio fanno parte anche: Nicola Fallica (Immobiliare Lombarda), Antonio Talarico (Immobiliare Lombarda, Fondiaria Sai, Milano Assicurazioni), Alberto Sacchi (Autostrada To-Mi SPA, SIAS società iniziative autostrade e servizi - vedi più in fondo poi - ), Andrea Novarese (MeliorBanca, Gemina SPA).
Già fra il 1976 e il 1982 Impregilo (allora Impresit-Cogefar) partecipò alla costruzione della diga Chixoy in Guatemala, un progetto il cui costo finale di 800 milioni di dollari si rivelò del 300% superiore alle previsioni e determinò un'espansione del debito pubblico del paese centroamericano nell'ordine del 45% del suo intero ammontare. I finanziamenti provennero dalle casse della Banca Mondiale e della Banca Interamericana di Sviluppo.

Impreglio, da come ho potuto constratare, ha costruito mezza Italia. Tra le varie opere posso citarne alcune:

SISTEMA FERROVIARIO DI ALTA CAPACITA' MILANO - NAPOLI: TRATTA BOLOGNA - FIRENZE Italia Ferrovie
SISTEMA FERROVIARIO DI ALTA CAPACITA', TORINO-VENEZIA: TRATTA NOVARA-MILANO Italia Ferrovie
GALLERIA DI BASE DEL S. GOTTARDO, LOTTI BODIO E FAIDO Svizzera Ferrovie
SISTEMA FERROVIARIO DELLA REGIONE CENTRALE: COLLEGAMENTO CARACAS - CUA Venezuela Ferrovie
SISTEMA FERROVIARIO DELLA REGIONE CENTRALE: LINEA PUERTO CABELLO - LA ENCRUCIJADA Venezuela Ferrovie
DIGA DI KARAHNJUKAR Islanda Grandi dighe
IMPIANTO IDROELETTRICO MAZAR Ecuador Impianti idroelettrici
AUTOSTRADA A4 - VARIANTE DI MESTRE: PASSANTE AUTOSTRADALE Italia Strade e autostrade
AUTOSTRADA SALERNO - REGGIO CALABRIA: AMMODERNAMENTO E ADEGUAMENTO AUTOSTRALE DAL KM. 393+500 AL KM 423+300 Italia Strade e autostrade
AUTOSTRADA SALERNO - REGGIO CALABRIA: AMMODERNAMENTO E ADEGUAMENTO AUTOSTRALE DAL KM 423+300 AL KM 442+920) Italia Strade e autostrade

L'Impregilo è anche specializzata in ospedali. Oltre a quello dell''Aquila ha costruito gli ospedali di Lecco, Modena, Careggi, Poggibonsi, della Versilia, Destra Secchia, Cerignola e Menaggio.

Attualmente si è aggiudicata l'appalto del ponte di Messina, zona altamente sismica e ha ultimato l'inceneritore di Acerra tanto elogiato da Silvio.Curiosamente la Impregilo ha grandi affari proprio nelle due regioni, Sicilia e Campania, dove i governatori sono - od erano perchè Cuffaro non c'è più - entrambi sotto processo.

Gli ex amministratori delegati dell’Impregilo e della Fibe (gruppo Impregilo) sono stati rinviati a giudizio a Napoli per lo scandalo dei rifiuti.

Riportato dal sito rainews24:

I pm della Procura di Napoli Giuseppe Noviello e Paolo Sirleo hanno  depositato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dei vertici dell'Impregilo, Fisia Italimpianti, Fibe e Fibe Campania, del presidente della Giunta regionale  campana Antonio Bassolino e di altri 23 indagati nella indagine su presunte rregolarita' nello smaltimento dei rifiuti in Campania. In totale sono 28 le persone per le quali i magistrati inquirenti chiedono si vada a processo. 

L'inchiesta della procura partenopea ipotizza reati di truffa e frode in pubbliche forniture e ha gia' portato il 26 giugno scorso a un provvedimento cautelare da parte del gip Rossana Saraceno di sequestro preventivo di somme per 750 milioni alle societa' del gruppo Impregilo -  sequestro confermato dal Riesame il 25 luglio scorso - e di interdizione alle societa' di contrattare per un anno con la pubblica amministrazione nel settore rifiuti, interdizione sulla quale il tribunale della liberta' deve ancora pronunciarsi dopo il ricorso dei legali del gruppo.

Le Procure di mezz’italia stanno indagando sulla società Condotte Spa (Gruppo Impregilo) per alcune ben circostanziate relazioni riservate che son giunte sulla società. Stando a queste dettagliate informative, esponenti di spicco di alcuni clan mafiosi sarebbero riusciti ad assumere variegate forme di controllo dell’azienda. Impregilo ha tenuto una riservatissima riunione del board per esaminare la questione delle “infiltrazioni mafiose in Condotte Spa”

Imputata in quanto parte del consorzio Cavet, nel processo che si sta tenendo a Firenze a causa dei gravissimi danni ambientali provocati dai cantieri dell'alta velocità nel Mugello.

Insomma, questa Impregilo con all'interno personaggi illustri come Gavino, Ligresti e Benetton vincono gli appalti senza neanche bisogno di fare le gare. Tra migliaia e migliaia di aziende edili in Italia, gli appalti più "succulenti", sovvenzionati dallo stato, li becca tutti l'Impregilo. Non so perchè ma mi fanno venire in mente la Mediaset.....

Meditate gente meditate.........






Con tag News

Commenta il post

C 05/30/2010 22:34



E quali sarebbero le numerose imprese italiane che sono in grado di partecipare a certi appalti? Forse ti sfugge che si tratta di un general contractor. In Italia oltre ad Impregilo, vi sono
Astaldi, CMC, Toto, Ghella, Salini, Todini, Condotte, Seli, ed qualche altro nome non meno importante, ma solo numericamente più piccolo, che hanno fatto la storia dell'ingegneria civile,
contribuendo anche all'estero, con partecipazione diretta, o in cordata, alla costruzione di importantissime opere.Gli stessi general contractor, in alcuni casi subappaltano parte dei lavori ad
imprese più piccole (forse quelle che dici tu), che per kmow how e possibilità economiche non potrebbero affrontare da sole. In Italia i lavori vengono ripartiti tra queste aziende, sulla base
delle gare di appalto. In base al progetto, e ovviamente al tornaconto economico, il general contractor sceglie se partecipare o meno. E' chiaro che la politica in qualche modo c'entra come in
tutti i gruppi industriali; anzi non solo in quelli grossi, ma anche nella piccola media impresa. Non scopriamo sicuro l'acqua calda. Per me Impregilo è, rimane un importante general contractor
di fama mondiale.



Jena 05/31/2010 01:44



Ah, quindi se è stata indagata in quanto aveva agganci con la mafia, non conta. Se ha partecipato alla costruzione del ospedale che è crollato dell'Aqila e hanno scoperto che le travi in acciaio
erano di basso costo e che il cemento in realtà era costituito in gran parte di sabia è solo una coincidenza. In ultimo ha costruito l'inceneritore di Accerra, che mi pare ad oggi funzioni poco e
male, senza entrare nei dettagli, tanto per te questi sono tutti dettagli. Ma dai, sono stufo di sentire queste castronate, ma smettiamola una buona olta. Ormai lo sanno anche i muri. Sai,
conosco uno che lavora per la Big Pharma e mi ha detto che conosce le porcate che fanno ma ha bisogno di lavorare quindi si china e sta zitto. Ecco preferisco lui a qulli che fanno commenti come
i tuoi.