Avanti tutta senza un pensiero al mondo "crisi bancaria"

Pubblicato il da Jena

Le banche stanno bene, non hanno un pensiero al mondo. Hanno dei fondi un po’ ovunque, sparsi in qua e in la in vari scantinati. Qualcuno li ha stipati nei cassetti in qualche isoletta sperduta così da non essere preda dei “ladri”, non si mai di questi tempi. L’Italia può stare tranquilla, negli altri paesi nel mondo ivi compresa l’Europa le banche si stanno arrampicando sugli specchi, quelle che ancora hanno gli specchi, ma in Italia no, è un problema che non esiste, il nostro
sistema bancario è “solido”, e noi siamo come le nostre banche, non abbiamo un pensiero al mondo. Cari amici, vi prego, investite dunque, spendete più che potete per fare si che l’economia possa riprendere un ritmo tale da farci uscire in fretta da questa crisi che poi non è una vera e propria crisi, è un momentino transitorio dove 2 milioni di persone che hanno perso il lavoro stanno riflettendo, 6 milioni di precari stanno cercando di capire come investire gli utili e altri 2 milioni di lavoratori in nero si stanno guardando intorno, sono in vista di buone prospettive per il futuro. Le rate del mutuo si abbasseranno di colpo, alcuni si azzereranno proprio. Continuate a versare tutto ciò che avete in banca, chiedete prestiti, finanziamenti a medio lungo termine, comprate cucine, divani, automobili, lavatrici e televisori al plasmon, sempre e rigorosamente con tante piccole e comode rate da pagare a babbo morto. Utilizzate senza criterio la carta di credito, il bancomat non deve avere tregua, consumatelo senza ritegno, gli interessi sono calati tantissimo, i soldi quasi ve li regalano. E se avete dei figli, insegnategli che questo è il modo migliore per ristabilire l’economia in un paese, insegnategli a spendere anche i soldi dei loro posteri. Solo così non ci saranno più problemi economi. Se conoscete qualcuno, ma è difficile perché in Italia non ce ne sono, che ha dei problemi economici, ditegli che la colpa è del governo precedente, e di quello precedente ancora e così via, fino ad arrivare al colpevole vero, Cristoforo Colombo.

Fonte : http://www.diciamolatutta.tv/

Con tag News

Commenta il post