Crisi finanziaria

Pubblicato il da Jena




Mentre, Obama per l'america e Tremonti per l'Italia, dicono che il peggio è passato Banca d'Italia proclama il bollettino economico n.56 di Aprile 2009:

La crisi finanziaria colpisce l'attività economica - Gli effetti della crisi finanziaria mondiale sull'economia reale si stanno manifestando con virulenza. La forte riduzione del valore della ricchezza, il rallentamento del credito, la contrazione della fiducia dei consumatori e delle imprese frenano la domanda e la produzione nelle economie avanzate, dove si registrano significative perdite di posti di lavoro. Le conseguenze per l'attività nelle economie emergenti e in via di sviluppo, verso cui si orientano flussi creditizi internazionali di oltre due terzi inferiori a quelli del 2007, sono significative. La caduta del commercio internazionale si ripercuote sull'attività economica, con rischi di ulteriore indebolimento del sistema bancario. Le previsioni degli organismi internazionali e quelle degli analisti interpellati da Consensus Forecasts sono state finora riviste al ribasso.

Intanto ingrassano le pance delle Banche con soldi pubblici dicendo che lo fanno per risanare l'economia.

Le borse, oggi , non vanno meglio. Come era lecito aspettarsi ricominciano a scendere. Unica che si salva è la Fiat grazie all'accordo con la Chrysler. Il Mibtel scende a -3,88. La colpa è anche di Bank of America che ha riportato ottimi risultati con utili sopra le aspettative.

Emma Marcegaglia, ha detto che il peggio della crisi è alle spalle e ritiene che, sulla base dei dati del centro studi di Viale dell'Astronomia, a luglio dovrebbe esserci un'inversione di tendenza. Emma ne sa una più di Banca Italia.....


Con tag News

Commenta il post